Ricerca personalizzata

venerdì 8 maggio 2009

A proposito di Ugo

Ugo è romano de Roma.

Un gattastro nero nero, ribaldo e mascalzone. Assieme a suo fratello Tom tom sono nati un  giorno di primavera dello scorso anno, un poco indesiderati e in cerca di una famiglia adottiva. La loro madre  ogni 25 aprile sforna una cucciolata di gattini con la precisione di un orologio svizzero.. Chi si era fatto carico di trovargli una sistemazione alla fine  ne è rimasto conquistato e li ha adottati. Anche Neela ha ceduto al loro fascino felino e sono finiti tutti e tre spesso e volentieri aggrovigliati in un ammasso di pelo nero.. Ho le prove!

groviglio di pelo

Ugo deve il suo nome a Massimo Troisi, è vivace anzi troppo e ne occorreva uno corto per bloccarlo in tempo: Mas..si..mi..lia..no e la malefatta era fatta.. Voi capite, Ugo era l’unico nome possibile.

Tom tom ha un navigatore dentro, esplora e riesplora annusando ogni angolo della casa, ogni oggetto e ogni ciotola, traballando. E’ la conseguenza di un malore che lo aveva conciato male. I loro custodi mi hanno chiesto un ritratto di Ugo. Dal momento che ho contribuito con un rifornimento non stop di erba gatta in semente pregiata e mi sento un poco loro zia, questo è affare di famiglia..

Ho fotografato alcune fasi del lavoro in corso d’opera.

Questo è il primo abbozzo, non ho usato nessuna base, il sasso è abbastanza liscio. La coccinella è.. solo impertinente e un poco vanesia.. Non fateci caso.

Ugo 1

Qui siamo circa a metà ( Acc.. Ancora lei! Voglia di apparire.. ).

Ugo 2

Questo il risultato finale,

Ugo

e questo il malandrino in tutto il suo splendore.

Ugo x ritratto

Una  menzione speciale va a Samy che ha ‘catturato’ il sasso usato per questo dipinto: grazie Samy!  ;)

5 commenti:

Posta un commento