venerdì 6 settembre 2019

Welcome Autumn



Adoro l’autunno, è la mia stagione preferita. Per festeggiarlo, ho attivato una promozione nel mio negozio Etsy: –15% dal 6 al 30 settembre, quando spendi 60€.


E’ l’occasione per giocare di anticipo sui regali per Halloween e, perché no, anche sui regali di Natale. Un poco alla volta arricchirò la scelta dei miei lavori disponibili on line con nuove creazioni e dipinti. Perlomeno, questa è la mia intenzione, salvo.. cavallette!

domenica 1 settembre 2019

Due simpatici bricconi



E’ settembre, già settembre, e con oggi ha inizio anche l’autunno meteorologico. Questo periodo dell’anno, quando l’estate ancora indugia e l’autunno ne prende il posto, a volte con irruenza, è tra i miei preferiti.

Finora non avevo ancora presentato questo dipinto su sasso, quindi quale occasione migliore di oggi per festeggiare l’autunno in compagnia di questi due simpatici bricconi?

Sono due procioni, più comunemente conosciuti come orsetti lavatori, ed erano proprio in  questo sasso, non avrei potuto dipingerci niente di diverso.

Questo dipinto rock painting è ancora disponibile nel mio negozio Etsy.


Dettagli:



Retro:






lunedì 26 agosto 2019

Giornata Internazionale del Cane 2019



Agosto è dedicato ai nostri animali domestici più amati, e dopo la Giornata Internazionale del Gatto festeggiata lo scorso 8 agosto oggi è la Giornata Internazionale del Cane.

Per par condicio e molto volentieri dedico una creazione anche a loro, i cani, grandi e piccoli, blasonati e meticci, con questo set di segnalibri hand made.  Buone code felicemente scodinzolanti a tutti!

giovedì 8 agosto 2019

Giornata Internazionale del Gatto 2019


Oggi si festeggia la Giornata Internazionale del Gatto e voglio dare il mio piccolo contributo con questo set di segnalibri gattosi.
Si può scrivere “gattosi” o è un nuovo termine, da proporre magari all’Accademia della Crusca?

Comunque sia, buone fusa a tutti!



martedì 30 luglio 2019

Mucche pazzerelle


Dopo una lunga serie di creazioni ispirate al mare ho pensato che era il caso di cambiare soggetto. In fondo, si ha bisogno anche di.. mucche!

Anche queste decorazioni, così come le conchiglie da appendere in stile shabby, sono realizzate su legno con carta decorata per découpage e vernice finale opaca all’acqua.
Sono complete di attaccaglia in ottone e ancora, per il momento, disponibili nel mio negozio Etsy.


Queste mucche sono decisamente pazzerelle, e non ho nemmeno scelto i soggetti più eccentrici, ma con loro non ho ancora finito..

Penso che siano perfette per arredare la camera dei bambini, ma è solo un suggerimento.




Le mucche, soprattutto quando sono simpaticamente disegnate e dipinte, hanno molti, moltissimi fan: digitate cow art su Google per scoprirlo.

lunedì 8 luglio 2019

Conchiglie shabby



Alla fine, qualcosa è venuto fuori dal taglia e incolla di quel pomeriggio tropicale di giugno e queste decorazioni da parete in stile shabby sono il primo risultato concreto.


Découpage pittorico su legno, colori acrilici, carta decorata a tema conchiglie, coralli e stelle marine, spago di lino: sono pronte da appendere per arredare la casa al mare, per chi ama le conchiglie e i colori estivi, freschi e chiari dello stile marino, o coastal style, e vuole illuminare una parete, aggiungere un dettaglio shabby e un poco rustico alla sua casa o semplicemente perché gli piacciono.




Mi sono divertita a imparare – o re-imparare, veramente  - alcuni nodi, complice una piccola guida all’arte di annodare corde, cime e cavi, per completare con lo spago di lino queste decorazioni su legno.




Durante la mia avventura in barca a vela nel Santuario Pelagos ho imparato alcuni dei nodi marinari più comuni, ma mi era necessario un ripasso e in questa occasione, per congiungere i due capi dello spago, ho utilizzato il semplice nodo inglese, uno dei nodi di giunzione più usati.



Si possono abbinare al set di scatole e lo specchio che ho realizzato con la stessa carta decorata, ma sono naturalmente acquistabili anche separatamente, direttamente nel mio negozio Etsy.

domenica 30 giugno 2019

Sassi e cavallette



Sassi e cavallette, che cosa hanno in comune?
Seguitemi e proverò a spiegarvelo. Ci sono cose che, per quanto si cerchi di pianificare e organizzare, si è costretti a rimandare.
Quando si tratta di me e di progetti esclusivamente miei è frustrante, certo, ma lo diventa ancora di più se parliamo di commissioni che, mio malgrado, non posso portare a termine in tempi ragionevoli o che addirittura sono costretta a ritardare a tempo.. indeterminato.

Non soffro di “rimandite cronica”. Non dipende da una cattiva “gestione del tempo” o di “priorità” sballate - se qualcuno si azzarda a suggerirmi un corso di gestione del tempo rischia grosso - ma di situazioni oggettive, personali e lavorative che richiedono tempo e attenzione, due cose a me necessarie per dipingere: se non ne dispongo non posso farlo, e farlo bene.
Di tutto questo sono molto, molto molto dispiaciuta, soprattutto con le persone che mi hanno commissionato dei dipinti e sono ancora in attesa.

Questa al momento è però la mia nuova normalità e fa schifo, proprio come fa schifo la nuova normalità del clima.
Ok, ma.. le cavallette? Ci stiamo arrivando, non le ho tirate in ballo tanto per scrivere, e il clima c’entra, eccome!

Una delle cause del mio ritardo nelle consegne è la necessità di procurarmi dei sassi adatti, particolari. Nel mio deposito sotto il letto, in balcone e in cantina non ne ho delle dimensioni o forme giuste e dipingere un sasso non adatto è un disastro, ci ho già provato.

Già, solo che le ultime uscite sassi programmate sono state puntualmente interrotte dagli allerta meteo: neve, precipitazioni intense con alto rischio idrogeologico – leggete: fiumi in piena – oppure maltempo anticiclonico con ondata di caldo sahariano..
Trovarsi nel greto di un fiume con un allerta meteo in corso non è raccomandabile, credetemi. A questa lista mancano le.. cavallette, ma a questo punto - e tanto per essere ottimisti - immagino che si aggiungeranno la prossima volta.

Nel frattempo oggi, in attesa della sera che si prevede nuovamente con minime notturne al di sopra della soglia di definizione di “notte tropicale” e il termometro che alle 16:42 segna solo 31,5° all’ombra, cerco di essere produttiva impiegando al meglio il tempo libero domenicale e le energie che mi rimangono.

Non ho i sassi che mi servono e non ho un condizionatore ma ho carta, forbici, colla e tavole di legno e compensato. Qualcosa ne verrà fuori.