Ricerca personalizzata

mercoledì 18 febbraio 2009

L'altra faccia del turismo


Nessun Paese, nessuna Cultura, nessuna Società possono definirsi civili quando mancano in uno dei doveri primari fondamentali: la cura, la protezione ed il rispetto delle donne e dei minori.

Questi delitti atroci non riguardano altri, ma tutti noi. Non avvengono lontano, perché è il nostro vicino di casa, o il collega di lavoro: prenotano una vacanza in un paese esotico e vanno a comprare una bambina o un bambino, e uccidono l’innocenza e il futuro.

Li violentano due volte: abusano di loro e li umiliano comprandoli con il denaro che da bravi occidentali hanno loro sottratto con l’indifferenza, il disprezzo, l’avidità, il consumismo rendendoli poveri, schiavi, affamati. Con l’unico futuro di un futuro negato.

Questo post si inserisce una catena di post di bloggers uniti per dire No al turismo sessuale.

Sussurri obliqui: Chi sono i turisti sessuali?

STOP SEXUAL TOURISM di Saamaya

7 commenti:

Posta un commento